Chetteleggi: si va avanti!

by

Date mar 04 agosto 2015Tagsconsigli /progetti /chetteleggi

Un rapido aggiornamento suChetteleggi.Il lavoro di straforo e a tempo perso sul sito per scambiarsi consiglidi lettura va avanti. Ecco a che punto sono.

Per ora ho fatto una grossa modifica dietro le quinte che velocizzamolto la visualizzazione dell’elenco dei libri consigliati. Guarda tustesso: questa è la vecchiaversione,mentre questa è la supervelocissima nuovaversione.

Su richiesta di un paio di persone ho inserito la possibilità diaggiungere un tag ai suggerimenti. I tag sono liberi: puoi usarliper indicare il sottogenere (zombie, romantico, umoristico, politica,economia), o per sintetizzare in una parola o breve frase il motivo percui suggerisci quel libro.

Un amico mi ha chiesto il perché del sito, quandoGoodreads fa già le stesse cose diChetteleggi. Non solo Goodreads fa le stesse cose, ne fa pure dipiù! Permette di scrivere recensioni lunghe, dare voti ai libri,seguire altre persone e altro ancora.

Un altro amico ha scritto che anche la recensione negativa ha unvalore, perché permette di risparmiare tempo evitando libri che amicicon gusti simili ci sconsigliano. Stessa cosa per i giudizi: ragionandoin stelline, se siamo a corto di tempo, meglio leggere un libro da 4,3che da 3,4. Giusto, anche questo è possibile con Goodreads e non lo ècon Chetteleggi.

E il punto è proprio questo: Goodreads è un ottimo strumento macomplesso. Quello che voglio creare io è qualcosa di molto piùleggero, la cosa più prossima all’esperienza dell’amico che inlibreria indica un libro e ti dice “questo te lo devi leggere”.Un uso semplice e rapido.E tutto girato in positivo: consigli di lettura, non recensioni chepossono anche sconsigliare un libro.

Cose da fare nel prossimo futuro:

  • Rendere i tag utili
  • Implemetare la ricerca per genere
  • Permettere il login con Twitter.
  • Rivedere grafica e contenuti.

A parte il lavoro sul sito, mi sto chiedendo se non vale la pena creareun chettenetwork per scambiare suggerimenti anche su film, serie tv,boh.

Se hai suggerimenti o idee, fatti sentire!

Andrea Nicosia

Andrea Nicosia

Uso e insegno a usare storie, strumenti narrativi e design fiction per campagne di marketing e influenza, progettazione di prodotti e servizi.